depeche mode tour of the universeCiao a tutti! Sale la febbre, fra pochi mesi, più o meno da giugno, lo Stadio Olimpico di Roma si trasformerà da tempio del calcio a tempio della musica. Come ogni anno c’è almeno un grande concerto a Roma, e quest’anno l’evento mi tocca molto da vicino perchè tornerà ad esibirsi qui il mio gruppo preferito. Non biasimatemi se dedico molti post a questo evento così importante per me! 🙂

Fra poco più di un mese esce il 12esimo album dei Depeche Mode, e fra due prende il via il Tour of the Universe che lo promuoverà in giro per gli stadi del mondo.

A proposito di questo concerto, ho notato che nessuno dei siti che ho visitato dà informazioni sulla mappa dei posti per lo stadio Olimpico di Roma. Non so perchè, ma i maggiori siti che vendono i biglietti online mettono a disposizione solo la piantina di S. Siro, mentre quella dell’Olimpico risulta indisponibile ovunque. Allora ho pensato di fare alcuni ragionamenti ipotetici sulla disposizione dei posti.

Il cuore del ragionamento sta ovviamente nel capire dove sarà posizionato il palco e tutta la scenografia di supporto, e da lì poi si potranno valutare le varie postazioni.

Credo che sia inutile riferirsi agli altri concerti che sono avvenuti nello stesso stadio. Ogni artista ha le sue esigenze, il suo spazio e il suo pubblico, e la diversa combinazione di questi tre fattori può dare risultati assai diversi tra loro. Quindi non mi baserei troppo su voci che parlano del concerto di Madonna, o di Vasco o di Ligabue. Per carità, non è che le soluzioni spalti-palco siano infinite, però non è detto nemmeno che siano le stesse per tutti.

C’è poi chi è stato al concerto che i DM hanno fatto sempre all’Olimpico nel luglio di due anni fa, e su quello si fa un’idea della migliore postazione da cui vedere Dave, Martin e Andy. Giusto, ma in realtà in giro si legge poco di utile: che l’ascolto dagli spalti non sia eccezionale (è uno stadio, non un auditorium!) e che non si veda bene a causa della distanza, aggravata dalla pista di atletica che allontana ancora di più il campo dalle curve e dalle tribune, ci si arriva anche da soli. Per il resto, preferirei non fare troppo i conti con quel concerto, essendo ovvio che non c’è alcuna convenienza per i DM a riproporre le stesse scenografie e le stesse soluzioni di due anni fa.

Veniamo perciò a quel poco che sappiamo sul concerto di giugno e mettiamo insieme un po’ di idee. Fermo restando – e questo vale per tutti i concerti – che il prato è l’unico luogo del vero fan, ma che è anche il più tremendo per lo sforzo fisico e la “corsa ai primi posti” che richiede, discutiamo di ciò che rimane visto che non tutti (me compresa) sono disposti a stare “parterre” (battuta!)

Dicevo che i siti incredibilmente non mostrano una pianta dell’Olimpico, però non è difficile procurarsela: qui o qui ne trovate di buone, con l’indicazione dei settori. Io ne pubblico qui sotto una:

Dunque, per chi non conosce lo stadio, la legenda è di grande aiuto: io mi limito ad indicare a grandi linee che a sinistra c’è la Curva Nord, a destra la Sud, in alto la tribuna Tevere (cui corrisponde il punto cardinale est) e in basso la Monte Mario (cui corrisponde invece l’ovest).

In linea di massima sono possibili solo due disposizioni del palco: o a ridosso di una curva o a ridosso di una tribuna, in quanto non risulta che i DM abbiano scelto di posizionare un palco circolare al centro dello stadio, con tutti i fan intorno (come invece si sa che faranno gli U2 al prossimo tour, tra cui la data italiana del 7 luglio a S. Siro – Milano).

Per capire dove sarà più o meno il palco basta vedere quali biglietti non sono stati messi in vendita: spulciando un po’ sui vari Ticketone, Ticketworld, Seatwave, Livenation, etc etc io sono riuscita a vedere che non sono in vendita biglietti di Tribuna Tevere, né di Distinti Nord-Est e Sud-Est.

Ulteriore prova a favore del palco a ridosso della Tevere sta nel fatto che, avendo io comprato i biglietti con largo anticipo, quando avevo ancora piena possibilità di scelta dei posti, e avendo scelto la tribuna, mi sono toccati biglietti nel settore 10BC. Dal momento che vengono venduti prima i posti che si ritiene abbiano la visibilità “migliore”, noi siamo esattamente centrale alla Monte Mario e di fronte alla Tevere.

Di conseguenza le curve, defilate e lontane, sarebbero le postazioni che più di tutte soffrirebbero la distanza dal palco, e ciò viene infatti confermato dalla compensazione sul prezzo dei biglietti di questo settore, decisamente il più abbordabile.

Attenzione: il sacrificio è sì dovuto al fatto che si è lontani, ma molto dipende dalla  scenografia del palco (se è molto ampio, o a semicerchio, o con una passerella che si allunga davanti, etc…), cosa che però purtroppo ancora non conosciamo. Per quanto riguarda il suono, poi, liquido la faccenda dicendo che la musica suonata in uno stadio è sempre distorta, a prescindere da chi suona e da dove ci si siede. Ma del resto si va lì per il piacere dell’evento!

Un ultimo, piccolo aneddoto: la signora del punto vendita in cui sono andata a comprare i biglietti, mostrandoci la sua cartina dello stadio, ci fece notare che la tribuna Monte Mario e i distinti Sud-Ovest e Nord-Ovest erano ulteriormente divisi in “fasce”. In pratica si notava una alternanza di “spicchi” a prezzo normale (da tribuna o da distinti) e “spicchi” a prezzo più basso, addirittura uguale a quello delle curve. Questo apre mille fantasie sulla probabile scenografia che si vedrà, perchè mi viene da pensare che  la presenza di spicchi con prezzi più bassi sia dovuta a un fatto di visuale: potrebbero infatti esserci torri o impalcature o chissà cosa, che potrebbero ostruire in parte la vista dagli spalti da quelle postazioni…

Detto questo spero di essere stata d’aiuto a qualcuno. Ora non ci resta che attendere il 16 giugno, ci vediamo lì! 😉

Annunci