Oggi, ore 17 circa, viale Giulio Cesare, Roma. Mars cammina su un marciapiede per andare a prendere l’autobus, dopo essere passata in libreria per prenotare un libro.

La fermano due turisti stranieri, giovani, uno moro e uno biondo. Con un incespicante italiano il moro le chiede dov’è il Tevere. Mars indica la direzione. Poi gli domanda se in quella zona ci sono musei. Mars risponde che ci sono i musei vaticani. Loro però forse cercano cose diverse, perchè subito dopo chiedono se in quella zona c’è piazza di Spagna. Mars risponde di no, lì siamo vicini a S. Pietro, piazza di Spagna è una bella passeggiata a piedi. Consiglia eventualmente di prendere la metro: appena tre fermate e senza fatica si è proprio a piazza di Spagna.

Turista: “Ma bisogna fare biglietto…”

Io: “Sì per salire in metro bisogna fare il biglietto.”

Turista: “E se vuole andare senza biglietto?”

Io: “Eh, non entri.”

Turista: “E perchè?”

Io: “Perchè ci sono i tornelli automatici e non si passa.”

Turista: “Nooo”, ride e disapprova.

Io: “E allora camminare”, e accompagno con il gesto dell’indice e medio che simboleggia il movimento, poi saluto e me ne vò.

scusa, me sei pure simpatico, però la prossima vorta er portoghese vallo a fà a casa tua!

Annunci