Ieri Job Day alla Luiss, una giornata dedicata all’incontro tra studenti, laureati e imprese. Una mezza specie di ufficio di collocamento all’aria aperta, solo con molta più facciata e molto meno collocamento.

Funziona così: intorno al 25 maggio comincia ad esserci un viavai di operai, tubi, palchetti, plastica, tendine, scale, chiodi, etc; gli uomini della sicurezza ti impediscono di parcheggiare i motorini dentro l’università, e allora capisci che è arrivato il momento di montar su gli stand dove poi si piazzeranno i rappresentanti delle imprese che parteciperanno all’evento, are che passerai in rigorosa processione per immolare i tuoi sacrifici di studio e ingraziarti i favori del dio Lavoro. Continua a leggere