Quando vado a fare la spesa con mia mamma spesso capita di fare “il giro delle quattro chiese” per prendere tutto il necessario e provare a fare dei buoni acquisti.

Si sa che la spesa è una branca applicativa della scienza economica: lo scopo infatti non è quello di acquistare le cose che servono al prezzo più basso (questo lo sanno fare pure gli ingegneri), ma di comprare quello che serve al miglior rapporto qualità/prezzo. In questo senso serve molta applicazione, si devono girare alcuni negozi del quartiere e trovare quello che vende “al giusto prezzo”, ovvero il prezzo che tu paghi senza essere preso troppo per i fondelli e senza nemmeno permettere al macellaio di comprarsi la Porsche soltanto con quelle tre fettine che hai preso da lui (anche se di questi tempi quello che si arricchisce di più è il fruttivendolo… ad un pomodoro mancano solo gli optional per essere come una Ferrari).

Continua a leggere